1.12.07

Filetto alla Wellington omicida

Si tratta di una mia personale versione del celeberrimo piatto. E' omicida perché, con una piccola aggiustatina all'apporto di colesterolo, ho fatto in modo che risulti fatale a chiunque abbia una anche trascurabilissima cardiopatia. Resta, a mio avviso, uno dei piatti più buoni del mondo, a patto di rimanere vivi per raccontarlo.

(Per assicurare il risultato letale, è consigliato raddoppiare le dosi degli ingredienti contrassegnati da un asterisco)

Ingredienti: (x 6 / 8 persone)

  • Un filetto di manzo da circa 1 kg
  • Lardo 100 gr. *
  • Uno spicchio d'aglio
  • Patè di fegato d'oca 250 gr. *
  • Funghi champignons 300 gr.
  • Prosciutto crudo 100 gr. *
  • Prosciutto cotto 100 gr. *
  • Salsa tartufata 100 gr. *
  • Un uovo
  • Un rametto di rosmarino
  • Olio extravergine di oliva
  • Una sfoglia di pasta sfoglia

Esecuzione:

Se non avete già subìto un infarto al conto del macellaio, è già qualcosa. Avvolgete bene il filetto nel lardo intrappolando dentro qualche ramoscello di rosmarino e legatelo con uno spago. Dovreste provare la vostra prima extra-sistole.

Ungete bene di olio una teglia, poneteci sopra il prezioso filetto e schiaffatelo in un forno che sarà già bello rovente, sui 150 gradi celsius. Intanto prendete i funghi, puliti per carità, fateci un giro di frullatore e soffriggete tutto con olio e uno spicchio d'aglio fino ad ottenere una specie di purea densa.

Dopo circa mezz'ora togliete il filetto, liberatelo dal lardo (che potete mangiare, per portarvi avanti sul programma colesterolico) e lasciatelo raffreddare. Scegliete voi cosa fare mentre il filetto si raffredda, è però vietato ogni tipo di attività fisica. Potreste guardate la tv.

Adesso arriva il bello: stendete la pasta sfoglia sul tavolo e adagiateci sopra bene ordinate le fette di cotto, poi quelle di crudo, infine la purea di funghi, e poi il vostro filettone che avrete tutto spalmato di abbondante patè di fegato e salsa tartufata. Leggero, eh? Ponete la medesima serie di ingredienti sulla sommità del filetto dopodichè sigillate questa bomba ad orologeria creando un enorme involtone assassino delle arterie e spennellate tutto l'esterno di uovo. Con la pasta sfoglia avanzata è un classico fare delle decorazioni: per restare in tema potreste disegnare dei cuoricini. Ricordatevi di praticare un paio di fori sulla sfoglia, per fare uscire il vapore che si forma all'interno. Potreste bucare proprio i cuoricini, con chiaro riferimento all'infarto imminente.

Mettete tutto nel forno finché la crosta non diventerà marrone. Tagliatelo a fette non sottili usando con estrema accortezza un coltello ben affilato, accompagnato con della salsa Madera.

Fate testamento, quindi mettetevi a tavola. Buon appetito.

1 commento:

V i k k ha detto...

un arma non convenzionale!!!